Amadei chiude la porta a Caliendo

Quando Antonio Caliendo stava per infilare la chiave nella porta del Modena s’è trovato la serratura cambiata. Nulla da fare, Romano Amadei, dopo aver sostenuto alcuni colloqui col procuratore modenese, che ieri alla Gazzetta aveva illustrato le linee guida di un’intesa imminente e del progetto (termine che porta malissimo sotto la Ghirlandina), ha deciso che non si fa più nulla.

«In merito all’intervista al sig. Antonio Caliendo apparsa sul quotidiano locale La Gazzetta di Modena nella quale si ipotizza una probabile trattativa inerente un accordo di partnership con la famiglia Amadei per la gestione della società, il Modena FC informa che per questa trattativa non sono più previsti sviluppi concreti. Il Modena Fc coglie l’occasione per ringraziare il signor Antonio Caliendo dell’interesse e dellla volontà dimostrate».

Romano Amadei conferma di aver trattato, ringrazia Caliendo che era sul punto di entrare in azione e pone un netto stop ad ulteriori sviluppi.

Ci sono tracce e conferme, lusinghiere e pubbliche dei diretti interessati, sui colloqui avvenuti tra loro; e anche di un coinvolgimento dell’amministrazione comunale nell’eventuale situazione di partenrship che stava prendendo corpo in merito alla creazione del centro sportivo ‘Modenello’. Caliendo dichiara che appena venerdì scorso Amadei gli avrebbe confermato l’intenzione di andare avanti; ieri la doccia fredda coi saluti e il ringraziamento della proprietà. Caliendo era pronto ad entrare con propositi importanti, esposti nell’intervista rilasciata al nostro giornale, e ovviamente anche per curare i propri interessi: un bluff pubblicitario? Per quale motivo, non avendo certo bisogno di notorietà…

Di contro c’è un Amadei, fior di imprenditore, che avrà avuto le sue buone ragioni per dire «grazie e arrivederci» al procuratore di Marianella, modenese d’adozione, quando questi pensava di essere in dirittura d’arrivo. Caliendo dice che Amadei s’era preso qualche giorno per verificare alcuni dettagli: che il problema stia proprio in questi dettagli? Amadei, non convinto, ha di colpo cambiato idea? O al patron dell’Immergas s’è presentata contemporaneamente un’alternativa? I due si lasciano senza polemiche e rancori. Il Modena resta nelle mani di Amadei e chi ci capisce, in questa vicenda, è bravo.

Gazzetta di Modena, 04 febbraio 2008

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...