Archivi tag: moratti

Caliendo: “Un giorno Maicon mi spiegherà la frase”

Maicon ha detto a chiare lettere che per lui può parlare solo il suo rappresentante Roberto Calenda, ergo Antonio Caliendo non è più il suo agente. Una presa di posizione che fa chiarezza, così come chiarezza ha fatto a ‘Solo Calcio’ lo stesso Caliendo. Ecco le dichiarazioni del manager durante la trasmissione di Sportitalia:

“Si è instaurato un bel rapporto tra Moratti e Maicon. In estate poteva andare via poi non si è trovato un accordo perché ha preferito restare in nerazzurro. Maicon è arrivato ad una maturità tale da non avere più bisogno di un tutore. Nella famiglia Inter è entrato con prepotenza ed è una bandiera. Io sono felice perché in 7 anni l’ho portato ai massimi livelli. Rappresento la procura in Europa di un agente brasiliano. La procura del brasiliano ha ancora 3 anni di scadenza. Il problema quindi non è con me. Io l’ho portato dal Brasile al Monaco e dal Monaco all’Inter, sono felice per quello che ho fatto. Ma ho un sospetto, cioè le sue dichiarazioni rilasciate al sito dell’Inter sono forzate, ammetto che qualcuno ci ha messo lo zampino. Forse un giorno Maicon mi spiegherà questa uscita, perché io non ho mai trascurato Maicon”.

tuttomercatoweb.com

Annunci

Caliendo: “E’ tornato il vero Maicon. Grande feeling con Moratti”

Antonio Caliendo, procuratore di Maicon, ha parlato a Tmw della situazione dell’esterno brasiliano, tornato finalmente sui suoi livelli abituali e non più attratto dalle sirene madrilene. I tifosi nerazzurri hanno potuto finalmente riabbracciare il vero Colosso:

“Maicon è tornato il calciatore che tutti conoscevamo. Come si spiega il cambio di rotta in casa Inter? Tutta colpa di Benitez e quindi merito di Leonardo?
“La mente va subito all’infermeria che si è svuotata abbastanza velocemente. Per quanto riguarda Maicon l’ho sempre detto: ha avuto un calo fisico dovuto al Mondiale perché è stato costretto ad una preparazione maggiore. Passato l’affaticamento sta tornando il vero Maicon che tutti conosciamo”.

Le incomprensioni tra il giocatore e il club sono rientrate del tutto?
“Si, Moratti ha voluto parlare con il giocatore con il quale ha creato un feeling abbastanza importante”.

www.tuttomercatoweb.com

Caliendo al veleno: “Moratti diretto con Maicon per il ritocco, ma io…”

Tutto come previsto. Il cosiddetto caso Maicon si è sciolto con il ritocco del contratto, dopo un incontro segreto tra il presidente Massimo Moratti e il brasiliano, negli uffici del numero uno nerazzurro, poco più di un mese fa. Attenzione però: in quell’occasione, non fu interpellato minimamente Antonio Caliendo, manager di Maicon, dal quale si preannunciava uno sfogo importante. “Qualcuno gioca sporco”, continuava a ripetere Caliendo nelle scorse settimane, poi da quando è venuto fuori dell’adeguamento economico, il silenzio più totale. Nella notte, Caliendo ha rilasciato un’intervista riportata da Controcampo, in cui chiarisce proprio questa situazione che lo vede protagonista insieme al suo assistito: “Il presidente Moratti sta cercando di creare un rapporto diretto con lui, come già accaduto con Alvaro Recoba, ad esempio. Vogliono far vedere, insomma, che discute il presidente personalmente, senza interlocutori. Benissimo, ma se Moratti vuole fargli un regalo, resta una cosa tra il giocatore e il presidente. Se invece si vuole ritoccare il contratto (come è accaduto, ndr), bisogna sentire anche il procuratore del ragazzo”.

Parole al vetriolo da parte di Caliendo, che secondo Paolo Bargiggia di Controcampo starebbero a testimoniare un allontanamento da parte del manager dal brasiliano, dopo che le prime crepe erano venute fuori quando saltò il passaggio al Real Madrid in etsate con il padre di Maicon arrabbiato con Caliendo. C’è l’ombra di Mino Raiola in tutta questa storia, insomma? In esclusiva ad FcInterNews.it, Raiola disse di non essere assolutamente intenzionato a prendere la procura di Maicon come in tanti sostengono. E la conferma finale arriva proprio da Caliendo: “Raiola è stato molto corretto – ha detto l’agente napoletano – mi ha chiamato personalmente e mi ha detto: “Non ho assolutamente avvicinato Maicon, ci tengo a precisartelo, Antonio”. Tutti hanno tentato di mettersi nell’affare Maicon, per l’euforia del Mondiale e delle vittorie”, ha quindi concluso Caliendo nel suo sfogo contro i tanti interlocutori di quella vicenda, senza fare nomi. Ma adesso la certezza è una: Maicon resta all’Inter, ed i problemi di agente non riguardano assolutamente la società campione d’Europa.

tuttomercatoweb.com

Caliendo su Maicon: “Mi sarei comportato come Moratti”

L’agente di Maicon, Antonio Caliendo, intervistato da Inter TV è tornato sul tormento di questa estate che voleva il terzino nerazzurro vicino al Real Madrid: “Il presidente ha rifiutato una grossa offerta del Real Madrid di fatto ricomprandosi Maicon, quindi ha compiuto il migliore acquisto della sessione estiva di mercato: la conferma di Maicon non non è stata una sorpresa perchè l’offerta del Real Madrid c’era ed era anche consistente, ma il presidente Moratti ha fissato un prezzo giusto per il valore del giocatore. Un prezzo che di fatto ha messo gli spagnoli nelle condizioni di tirarsi indietro. Mi sarei comportato come il presidente Moratti”.

calcionews24.com

«Maicon? Qualcosa si potrebbe muovere venerdì»

Confermato all’Inter dal presidente Massimo Moratti, dopo un tormentone durato settimane, Maicon torna a fare capolino, a otto giorni dalla sua chiusura, sul fronte del calciomercato. A giudizio del suo agente, Antonio Caliendo, il quadro del giocatore brasiliano potrebbe essere affrontato «venerdì», giorno della finale di Supercoppa europea tra i milanesi e gli spagnoli dell’Atletico Madrid. «Non posso dire molto – ha spiegato al sito Fcinter1908, molto vicino alle cose nerazzurre -: la situazione di Maicon potrebbe essere discussa venerdì dopo la gara di Supercoppa Europea. In quell’occasione – ha osservato il procuratore – saranno presenti alcuni presidenti dei maggiori club d’Europa, magari parleranno anche di Maicon, ma sono ipotesi quelle che sto facendo».

NIENTE PERCENTUALI – Supposizioni che non offrono spazio a percentuali sulla permanenza o meno dell’esterno a Milano. «Solitamente non faccio percentuali – ha proseguito Caliendo – e lascio fare ad altri. Maicon venerdi sarà a Montecarlo, dove dovrebbe ricevere anche un premio, e giocherà la gara naturalmente con la maglia dell’Inter. Quello che succederà prima o dopo tra i presidenti – ha concluso – non ci è dato saperlo».

tuttosport.com

Caliendo a Sky Sport

Scarica l’audio

Caliendo: «Maicon merita un riconoscimento»

Tolto dal mercato dal presidente dell’Inter, Massimo Moratti, «penso che un minimo di riconoscimento Maicon dovrebbe averlo». Così, raggiunto telefonicamente dall’ANSA, il procuratore del giocatore brasiliano, Antonio Caliendo, replica alla domanda su un possibile rinnovo del contratto, per l’esterno, dopo quelli del capitano Zanetti e di Milito. «Sono appena stato con il giocatore – ha osservato l’agente -. Mi ha detto: ‘Dopo cinque scudetti, Moratti si è accorto che ha un campione in casa’». Un campione destinato a rimanere a Milano. «Stando alle parole di Moratti penso di sì – ha chiosato Caliendo -, adesso penso glielo comunicherà di persona».

tuttosport.com